Passaggi in campo: laboratori didattici

Passaggi in campo è il nome di un’esperienza, maturata all’interno del percorso storico-agricolo “Seminare un futuro di pace”, che esplicita il doppio significato di lavoro sul campo, inteso come modalità di ricerca, e di didattica in azione.
Le lezioni “en plein air” hanno visto la partecipazione numerosa di alunni e studenti, per un totale di una quindicina di classi degli Istituti Comprensivi di San Donà, emotivamente contagiati dalla presenza di adulti “a colori”, da contesti inconsueti, da proposte convincenti.
La lezione è pronta!

Lezione di italiano
Campo Bortoluzzi, Mussetta di Sopra, 25 maggio/ 4 giugno, ore 9.30/10.30
Il maestro legge, nel campo, una storia di fiori.
I bambini ascoltano, ridono e imparano che anche in quel mondo lì c’è chi ha paura, chi si sente solo, chi tenta l’avventura.
Obiettivo raggiunto.

Lezione di arte
Campo Bortoluzzi, Mussetta di Sopra, 25 maggio/ 4 giugno, ore 10.30/11.30
Il maestro mostra gli strumenti: i colori sono tre, ma se ne possiamo ottenere cinque, otto, ventotto, anche di più. Al lavoro. Basta poca acqua, la mente libera, e il lungo rotolo di carta fissato ad una siepe diventa di nuovo racconto.
Obiettivo raggiunto.

Lezione di botanica
Campo Bortoluzzi, Mussetta di Sopra, 30 maggio, ore 9.00/11.00
Il maestro mostra, descrive, si sbraccia ad indicare.
I bambini corrono, ascoltano, annusano, assaggiano, confrontano, pongono domande, rubano spighe. Imparano.
Obiettivo raggiunto.

Lezione di storia
Campo Bortoluzzi, Mussetta di Sopra, 1 giugno, ore 9.30/11.30
I ragazzi più grandi raccontano ai compagni più piccoli la storia vera di una guerra lontana “Pidocchiosa prima guerra mondiale”: pezzi di vita di giovani ragazzi sconosciuti sbattuti sul fronte.
I piccoli partecipano, si emozionano, imparano.
I grandi entrano nella parte, sono emozionati, hanno imparato.
Obiettivo raggiunto.

I più piccoli sono arrivati a piedi. Che bello, una passeggiata! … però è lunga, due chilometri e passa per l’andata, stessa cosa per il ritorno; … però, fa caldo; però, che sete; però, sono stanco; però, che noia la maestra che ci dice di camminare in fila per due!
Però, che bella mattinata di scuola!
I più grandi sono arrivati in bici. Che bello, una pedalata! … però, quanta strada; però, fa caldo; però, che sete; però, che noia la prof. che ci dice di tenere la destra e di non superare.
Però, che bella mattinata di scuola!
Obiettivo raggiunto.

A forza di obiettivi raggiunti, chissà se ce la faremo a migliorare anche la scuola, e peccato per chi non c’era.

Liberamente

Per commentare gli articoli dei ragazzi clicca qui:
visita degli alunni al campo di grano: tra storia, scienze e narrativa;
uscita al campo di grano.